SaN CaRlo dI ChIuRo (SO)



Capita, di tanto in tanto, di dare un occhio a quel Tripadvisor tanto maltrattato. Capita di cercare, attraverso le foto - e meno tramite i racconti - di capire le potenzialità di un locale o l'avvenenza gastronomica di un piatto. Capita quindi di farsi attirare da delle immagini di pizzoccheri fumanti e da un ambiente rimasto invariato nel tempo.


Eccoci quindi nella sale del San Carlo. Siamo a Chiuro, nel cuore della Valtellina, sulla strada statale 38 dello Stelvio che ci porterà prima a Tirano e poi a Bormio.


Noi - ed i nostri stomaci - siamo limitati, purtroppo. Ogni qualvolta ci si spinge a questa latitudini ci si ripromette di lanciarsi in mille assaggi ma poi, giunti al primo, gettiamo la spugna. Ecco perché sarà necessaria un'altra visita per potervi raccontare dei secondi piatti, in questa occasione dovrete accontentarvi.

Antipasto misto (9 euro): 
Discreta la qualità dei salumi, gradevole anzichenò il burro con erbe tra cui la cipollina fa capolino ed aiuta ad allietare le papille, oleate da chisciol dalla ghiottoneria decisa che ci porta ad un consumo ingordo.




I pizzoccheri (9 euro) sono tra i più esosi mai provati, la grande ricchezza trova però il suo equilibrio tra una verza ed una costa, tra buone patate e - ormai cremosi - formaggi, tra aglio e salvia e pasta dall'ottima consistenza. Un assaggio assai convincente che sale sul podio delle mie preferenze.


Ortensio Lando 2013 Luca Faccinelli (23 euro) 
Le alte aspettative non vengono completamente soddisfatte. Forse vive una fase di chiusura, questa almeno è la sensazione di un vino muto al naso anche dopo un'ora di ossigenazione, più convincente al palato con quella tipica mineralità rocciosa che allunga un sorso dove, ahimè, il frutto non regala grandi brividi.


Le torte della casa (6 euro) sono appunto decisamente casalinghe in tutto e per tutto. La cheesecake ai frutti di bosco viene servita eccessivamente fredda, meglio la semplice ma confortevole torta di mele e la "briciolosa" torta di noci dall'intensa nota di frutta secca.


Amichevole, fresco e giovane il servizio che prova a consigliare e non lesina domande e sorrisi.


Ecco l'ultimo consiglio, Il punch con liquore all'erbaiva Schenatti e zeste di limone che è quel che ci vuole a fine pasto.

Luca Formenti

Ristorante San Carlo 
Via Stelvio, 48, 23030 Chiuro SO 
Telefono: 0342 482272
Chiusura settimanale: mercoledì sera e giovedì (con una possibile variabilità)
Prenotazione consigliata.

Cosa? Chisciol e pizzoccheri in attesa della selveggina
Quanto? Il gusto.
Con chi? Con golosi.
Perché? Se si è di passaggio.



Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Gustoo di Busto Arsizio (VA)